Sinologia del Lusso

Mi hanno detto che “lusso” deriva tra le altre cose dalla parola latina “luxatio”, ovvero dislocamento, spostamento in modo non naturale di qualcosa, da cui poi ha avuto origine il termine italiano “lussazione”. «Aih!» – ho pensato. Ma mi hanno anche detto che “lusso” significa abbondanza, cose belle, piacere, ecc. Come tutte le cose eccezionali, anche nel lusso convivono due aspetti, uno estremamente positivo ed uno estremamente negativo.

bain

Forse non è quindi un caso – certo sviluppo economico e disponibilità di spesa a parte – che proprio i cinesi siano diventati i maggiori consumatori del lusso. Nel 2015 infatti il mercato dei beni di lusso in Cina ammonta a ben 18 miliardi di euro nella Cina continentale, e 7 miliardi solo ad Hong Kong. Se si considera inoltre che solo il 20% degli acquisti dei consumatori cinesi vengono effettuati in patria si ha immediatamente un’idea della portata del fenomeno.

Un popolo per cui da sempre le contraddizioni o 矛盾 (maodun) non sono viste come tali ma considerate in perfetta armonia e libere di convivere. Eppure è proprio sulle contraddizioni che la Cina ha fondato il suo sviluppo degli ultimi anni. Senza una buona dose di sane contraddizioni tutto questo non sarebbe stato possibile. Forse quindi tra il mondo degli 奢侈品 (shechipin – beni di lusso, da 奢 she = eccessivo, stravagante e 侈 chi = spreco, esagerazione) e la cultura del consumatore cinese esiste un collegamento più profondo di quello a cui siamo abituati a pensare.

Chiara Carboni

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...