I__scandalize__in #mycalvins

“Questa campagna pubblicitaria è rappresentativa della continua evoluzione culturale in atto. Riprende lo zeitgeist dell’attuale cultura giovanile, afferma Melisa Goldie, CMO di Calvin Klein, rafforzando ancora di più il concetto.

La grafica, la provocazione ed il colore hanno contaminato anche il mondo dell’Adv di moda.

Questo è avvenuto negli scorsi giorni in un brand che ha poco a che vedere con marchi colorati quasi  surrealisti come era successo con Kenzo e Toilet Paper, o con le Adv Campaigns di Giannico, si tratta di un nome associato da sempre ad un’estetica giovane e sexy solitamente black and white unisex e minimalista: CK Jeans.

La nuova campagna pubblicitaria del marchio, infatti, risulta ancora più sopra le righe, e audace delle precedenti e ha fatto schierare pro e contro di essa testate e personalità del fashion system.

Siccome “ambasciator non porta pena”, reputo interessante analizzarla poichè è perfettamente in linea con lo stile provocatorio adottato dal brand fin dagli anni ’80.

123611972-e33494ed-6b32-4d5c-9cbf-b76cfd4a40fc

Gli scatti, caratterizzati da una frase composta di volta in volta con “#mycalvins” finale, hanno come protagoniste splendide donne forti: Kendall Jenner, Abbey Lee Kershaw, Saskia de Brauw e l’attrice Klara Kristin, ritratte da Harley Weir in atteggiamenti seducenti che fanno riferimento al cibo, al sesso, ad uno stile di vita libero nel quale le donne si prendono, senza dare giustificazioni, ciò che vogliono dalla vita.

CK per queste foto si allontana  dal suo abituale total black and white, degli ultimi anni rifacendosi alla famosa e scandalosa Adv degli anni ’80 con protagonista Brooke Shields, e inserisce tocchi vitaminici con arance e fiori, che ci ricordano l’estate, luci morbide, atmosfere quasi fuori dalla realtà piene di colore.

calvin-klein-spring-campaign-2016-05_o6v4by

Campagna che già fa parlare di se e scandalizza, ma che è segno forte di cambiamento nel sistema moda e indice di un ulteriore passo imminente per il brand.

Dopo l’ultima sfilata 2016/2017 a Milano, e dopo questi scatti, vedremo forse anche in Ck una fusione tra le passerelle, che diverranno sempre più “genderless” al di la di ogni buonismo e pregiudizio?

 

3330CE35505603008A11AA14C4E028F7

 

Fonti articcolo e foto:

www.fashiongonerogue.com

www.iodonna.it

 

 

 

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...