Il futuro di Tod’s

«Mi concentrerò su altri progetti che avevo lasciato da parte per poter seguire il mio ruolo da Tod’s. Sono onorata per aver lavorato in questa straordinaria azienda di famiglia che ha da sempre messo la qualità, il fatto a mano e l’eccellenza al centro delle sue attività».

velvetstyle
Alessandra Facchinetti

Con queste parole, semplici e  di gratitudine, Alessandra Facchinetti mette fine alla sua carriera come direttore creativo di Tod’s. Ad annunciare la fine del rapporto è la stessa griffe del gruppo guidato da Diego Della Valle che ha comunicato l’addio della designer dopo tre anni, alla scadenza naturale del contratto di collaborazione.

«Abbiamo pensato molto alla decisione e siamo arrivati a questa conclusione dopo una lunga conversazione – ha dichiarato il patron Della Valle – ringrazio Alessandra Facchinetti per il contributo dato al marchio Tod’s».

La decisione della Facchinetti, forse non veramente tale, non sembra aver sconvolto più di tanto il fashion system vista la sua carriera pregressa. Dopo il suo ingresso nel mondo della moda nel 1994 in Miu Miu dove rimane per sette anni, passa poi in Gucci dove assume, per sole due stagioni, il ruolo di direttore creativo dopo l’addio di Tom Ford. A queste esperienze segue un breve periodo durante il quale lavora per Moncler. Nel settembre 2007 succede a Valentino alla guida creativa della griffe da lui fondata che lascia, o meglio è costretta a lasciare, dopo solo un anno «a seguito di disallineamenti con la visione aziendale»

Nessun notizia, al momento, riguardo l’eventuale nomina di un nuovo direttore creativo del womenswear di Tod’s, mentre le collezioni maschili continueranno ad essere affidate ad Andrea Incontri.

Ma Diego Della Valle, patron del gruppo Tod’s cui fanno capo anche i marchi Hogan, Fay e Roger Vivier, ha in mente ben altri piani per la griffe, indipendenti dalla presenza o meno di un direttore creativo.

«Il 2016 si delinea come un anno importante: dopo 16 anni di quotazione, sarà quello di un “turnaround”. Nell’arco dell’anno dovremo far vedere un’azienda attrezzata ai cambiamenti e a quanto il mercato richiede per affrontare il prossimo decennio», ha dichiarato Della Valle, precisando che il mondo del lusso non va benissimo in certe regioni geografiche.

Nel progetto dell’imprenditore marchigiano rientrano il rafforzamento dell’immagine del brand legata ai valori di italianità e qualità del prodotto (non a caso l’1% dell’utile netto 2015 sarà destinato a uno speciale fondo di riserva che sosterrà progetti di solidarietà sul territorio locale), la forte attenzione ai costi e ovviamente il potenziamento del canale digitale.

Da un punto di vista finanziario si può dire che i risultati ottenuti nel 2015 siano piuttosto soddisfacenti: il gruppo Tod’s ha chiuso l’anno infatti con ricavi in crescita del 7,4% a 1,037 miliardi di euro battendo le stime degli analisti anche a seguito di una decisa accelerazione delle vendite nel quarto trimestre (+11,4 per cento). Per quanto riguarda le vendite, segno positivo in tutte le zone geografiche, ad eccezione della piazza di Hong Kong: in Italia i ricavi sono saliti a 322,8 milioni (+3,7%), nel resto d’Europa a 248,6 milioni (+12,3%), +21% nelle Americhe a 105,6 milioni. Per singoli brand, sempre a cambi correnti, i ricavi del marchio Tod’s sono saliti del 5,5% nel 2015 (a 599 milioni), del 4,2% quelli di Hogan, del 3,7% (221,4 milioni) quelli di Fay del 3,7% (59,4 milioni). Il marchio Roger Vivier, di recente acquisito dalla famiglia Della Valle, ha registrato ricavi per 156 milioni (+22,9 per cento). La categoria più performante è stata la calzatura, in progressione del 9,2% a 811,7 milioni.

Insomma, Facchinetti o meno, il gruppo Tod’s risulta essere una di quelle realtà che guarda al futuro con occhi sempre nuovi, riuscendo a cogliere le sfide ed adattarsi al cambiamento che soprattutto il digitale ha imposto e continuerà ad imporre sempre più. Dopotutto, quando si parla di Della Valle la partita è già vinta in partenza.

Alessandro Schettino

Photo credit

©vogue.it

©velvetstyle.com

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...