Moda e Instagram

L’influenza di Instagram sulla moda è andata al di là dei ‘super modelli’ che ottengono migliaia di “like”. Il social media, acquistato da Facebook nel 2012, è ora un luogo in cui si effettuano le vendite e dove i retailer scoprono i nuovi designer.

I numeri sono impressionanti, basta pensare al selfie della modella Kendall Jenner sdraiata sul pavimento con un abito di pizzo e i capelli raccolti in modo da formare dei cuori che ha raccolto 3,1 milioni di like, con l’hashtag “hearthair”, per avere un’idea dei numeri che girano attorno al fenomeno. Più di 10.000 seguaci hanno condiviso la loro versioni della foto. In un mondo in cui non succede nulla se non è su Instagram, l’hashtag è tutto e rivenditori hanno cominciato ad utilizzarlo per scopi commerciali.

kendall-jenner-su-instagram
Kendall Jenner su Instagram

Ciò che è di tendenza sui social media ha oggi più effetto di ogni altra cosa ci sia in passerella. I cosiddetti ‘insta-models’ del calibro di Cara Delevingne, Gigi Hadid e Kendall Jenner, con milioni di seguaci, sono spesso pagati per i contenuti che condividono e possono costare alle aziende fino a $ 300.000 a messaggio. Inoltre i marchi stanno collaborando con loro al fine di raccogliere un po’ del loro potere di influenza.

Topshop ha ingaggiato Hadid per una delle sue campagne, nel tentativo di sfruttare i suoi 10 milioni di seguaci, e le immagini hanno totalizzato circa 700.000 likes. Hanno poi collaborato con Kylie e Kendall Jenner su una serie di capi di abbigliamento. I quasi 90 milioni di seguaci in totale delle due sorelle sono stati sicuramente un fattore importante nella trattativa economica.

La popolarità di Instagram sta influenzando in maniera diretta anche gli acquisti dei negozi di alta moda, è in crescita soprattutto la domanda per le marche più piccole e di nicchia. Lydia King, buying manager di Selfridge, definisce il media

“un grande strumento per trovare nuove etichette provenienti da tutto il mondo e per vedere immediatamente come i potenziali consumatori stanno reagendo e interagendo con questi marchi di nicchia”.

Instagram come interfaccia tra consumatore e retail è un concetto ancora agli inizi ma ci sono tutti presupposti perché possa crescere insieme ai giovani cresciuti nell’era dei posts che saranno i consumatori del futuro.

Photo credits: http://www.techcrunch.com

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...