Fashion&Design : The Gucci Hub

Mi rendo conto che viviamo nella contemporaneità, ma ho pensato in qualche modo di rallentarla. Sogno sempre il passato e il presente, la mia idea di futuro è molto diversa”                                                                                                                                    Alessandro Michele

Dopo tre anni di cantiere, l’area di 35 mila metri quadrati a Milano, che fu della fabbrica Caproni un luogo di lavoro emblematico della modernità e della crescita industriale del Paese, legato al nome dell’ingegnere Gianni Caproni, uno dei pionieri dell’aviazione mondiale agli inizi del Novecento e dismessa da oltre mezzo secolo, torna a splendere.

Oggi questo spazio è diventato altro, dallo scorso settembre è diventato infatti l’headquarter di Gucci.

Il brand ha cambiato pelle, grazie al nuovo direttore creativo Alessandro Michele e questo cambiamento si è espresso in questi mesi in modo coerente sotto tutti i punti di vista: dal nuovo store concept, al nuovo sito, dal nuovo packaging alle nuove vetrine, e oggi con la nuova sede di Milano.

La ormai ex fabbrica ora assume una diversa identità: showroom, spazio-sfilate, uffici direzionali, attività di marketing e comunicazione, tutto riunito e correlato in un questo unico luogo caratterizzato da spazi enormi e luminosi. Le altezze, gli spazi, i colori e la luce, insieme all’arredamento interno, composto da oggetti unici e rétro ad esempio poltrone da teatro, vecchi piani di lavoro da bar, schermi vintage, sedute e tavolini glamour, sono la massima espressione dello stile particolare di Alessandro Michele e creano qualcosa di straordinario.

Il recupero del complesso ex Caproni, è stata curata dallo studio milanese Piuarch (che si era in precedenza occupato del rinnovo del brand Dolce e Gabbana, sia per gli stores, sia per l’headquarter) in collaborazione con il team tecnico di Gucci. La struttura è stata progettata per creare armonia e continuità tra spazi interni e spazi esterni: tutti gli uffici e le funzioni trovano infatti collocazione lungo la strada centrale che funge da collegamento, fino ad approdare alla piazza coperta, al centro dell’intero complesso.

In un paesaggio connotato da due file di capannoni industriali del 1915 sono stati recuperate le facciate in mattoni rossi faccia a vista punteggiate, mentre i suddetti capannoni sono stati tutti riconfigurati come showroom: grandi e unitari open space, inondati di luce proveniente dalle vetrate trasparenti, e dai lucernari.

L’ex hangar invece, è stato deputato a spazio delle sfilate Gucci: un luogo flessibile abbracciato da un sipario in tessuto a tutta altezza personalizzabile con decori ad hoc.

Questo progetto pone un occhio di riguardo anche alla sostenibilità infatti la nuova sede Gucci nasce come progetto certificato Leed Gold con la presenza di un bosco, una piazza alberata, giardini diffusi, patii e pareti verdi.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...