Shopping experience 2.0

 

Come si può essere competitivi in un mercato come quello attuale? È necessario comprendere che la soluzione va ricercata non solo nei prodotti ma nell’individuo stesso, nelle sue attese profonde e nei suoi bisogni inespressi.

untitled.png

 

Diventa fondamentale creare un’esperienza di consumo e di acquisto ancora più piacevole e coinvolgente. Il design, il packaging dei prodotti e degli stessi luoghi di acquisto diventano strumenti di seduzione emozionale e di conquista degli shopper.

 

La componente emotiva, scaturisce dalla parte inconscia dell’individuo, irrazionale, legata ai sensi dell’individuo/consumatore, le strategie attuali devo, dunque, stimolare i sensi e creare esperienze.

 

Secondo diversi studi in questo ambito, si è riscontrato che il tempo medio di spesa è di circa 45 minuti, ciò vuol dire che 25 minuti sono impiegati in attività di apprendimento o di entertainment.

 

La parte più coinvolgente si concentra nei primi 15 minuti mentre i restanti 30 minuti sono dedicati ad orientarsi, cercare prodotti, scegliere, fare il check-out e comprendere cognitivamente.

shopping-606993_1280

 

In ogni caso lo shopper nel punto vendita è immerso in una intensa attività emozionale che crea esperienza e trasforma il tempo dello shopping in una personal experience.

 

Quali sono le dimensioni emozionali attivate duranti i 45 minuti?

 

      quella edonistica-sociale;

 

      quella del piacere;

 

      quella funzionale.

 

Nella dimensione edonistica-sociale troviamo due motivazioni principali:

 

      il piacere di comprare prodotti diversi dal solito;

 

      il piacere (sensoriale) di provare le ultime novità.

 

Nella dimensione del piacere il driver principale è:

 

      il piacere di fare acquisti per appagare se stessi.

 

L’ultima dimensione funzionale risulta caratterizzata da un parametro fondamentale:

 

      l’attenzione nel comprare i prodotti che servono a soddisfare un bisogno.

 

Le dinamiche che entrano in azione durante lo shopping time e che provocano le decisioni sono quindi molte e alcune fanno parte degli atteggiamenti ( il piacere di apparire innovatore verso gli amici o il piacere della scoperta), altre generano comportamenti utilitaristici ( la ricerca dei prodotti funzionali). Le dimensioni dello shopping sono molteplici e ognuna agisce sia a livello razionale sia a livello emozionale e inconscio.

 

Lo shopping diventa così un’interazione tra  cliente e  prodotto in un contesto che può essere sociale, fisico o virtuale e soprattutto è un’esperienza olistica e unica. Gli studi sui comportamenti dei consumatori evidenziano come negli ultimi anni, nella maggioranza dei prodotti acquistati, i bisogni emozionali possono dominare su quelli funzionali, inducendo i clienti a compiere scelte del tutto irrazionali.

shopping-exp

 

Lo shopping experience, perciò, corrisponde al livello di connessione più intenso tra il mondo esterno (gli stimoli ambientali) e quello interiore (la memoria, i ricordi) ciò è, dunque, condizione necessaria per guidare i clienti verso un coinvolgimento di livello superiore per  far vivere loro in modo più intenso e partecipativo l’interazione con i luoghi in cui si trovano. Quando questo si verifica si parla di engagement che rappresenta il momento fuggente in cui si osservano meglio i particolari di un oggetto e si apprende più facilmente.

 

Il ruolo delle emozioni quindi è fondamentale per creare coinvolgimento, interesse e orientamento alla categoria e al brand. Ma è anche determinante per favorire le decisioni di acquisto, specialmente quelle dettate dall’impulso.

 

La dimensione emozionale, se attivata al momento giusto, crea dunque, le condizioni per rendere l’esperienza dello shopping piacevole e coinvolgente  riducendo lo stress delle decisioni più difficili e aumentando il tempo dedicato all’esplorazione degli spazi del punto vendita.

Multichannel1

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...