Il lusso negli scarti. Petit H a Roma

In un mondo in cui la sostenibilità diventa il centro della moda e  del lusso, una celebre  maison come Hermès cavalca l’onda del successo.

Con una crescita record dei profitti nell’ultimo anno intorno a 1,1 miliardi di euro, Hermès troneggia nell’universo dei marchi del lusso, non solo per l’intramontabile bagaglio di storia che conserva, ma anche grazie alla forza dell’innovazione, all’insegna della responsabilità ecologica e del rispetto dell’ambiente che attualmente sembra essere l’elemento più richiesto anche nel mondo della moda.

Tutto nacque dall’idea di Pascale Mussard, direttore artistico e membro della sesta generazione della famiglia Hermès, nipote di Aline Hermès, dalla quale racconta di aver tratto ispirazione, ed entrata nel business del marchio fin dal 1978. Ha ricoperto ruoli diversi nell’azienda, ma un giorno, come racconta in un’intervista, arrivò un’ idea che segnò il punto di svolta della sua carriera, proprio quando un ingegnere dell’azienda le suggerì di riflettere sull’utilizzo delle materie prime e la loro possibile mancanza in un futuro e quindi la necessità di ricercare nuovi materiali, aprendosi alla possibilità di sfruttare quelli di scarto.

Nacque così, nel 2010, “Petit H”, una sorta di laboratorio creativo, che combina i materiali di recupero della maison, con le abilità degli artigiani, la creatività dei designer e la ricerca di innovazione. La Mussard racconta di aver viaggiato  per due anni in tutti gli atelier della famiglia Hermès, alla ricerca di oggetti, cristalli, pelle con lo scopo di regalare una nuova vita a tutti i pezzi che solitamente vengono scartati, cercando inoltre di utilizzare materie che prima non erano mai state prese in considerazione, ma sempre restando nei cardini della mission di Hermès: creare  oggetti che abbiamo uno scopo ed una funzione, qualcosa che possa essere riparato, restando nel tempo e tramandabile nelle generazioni. Le creazioni del laboratorio Petit H si tingono inoltre dell’aggettivo “unico”.

petit-h-hermes-surprise-boxes

Aprirà a Roma, dal 30 Marzo al 30 Giugno, nell’ex negozio Hermès di via Dei Condotti 67, completamente rivisitato per l’occasione con una grafica cartoon, il primo temporaneo pop – up store italiano, che mette in mostra oggetti e accessori realizzati con materiali riciclati e scartati. Stoffe, tessuti recuperati da pezzi di design e di alta moda, alcuni creati esclusivamente per Roma e l’Italia, come: pendenti che richiamano il Colosseo o la Lambretta. Oggetti il cui prezzo va dai 40 euro per una cartolina in pelle ai 55mila.

L’atelier creativo interno è aperto al pubblico, che con l’aiuto degli artisti di Petit H permetterà a clienti e visitatori di cimentarsi nella creazione di oggetti personali attraverso l’assemblaggio di seta, cuoio e di altri materiali nobili.

In una intervista al settimanale ‘Point de vue’, Pascale Mussard disse: ”Petit H è un oggetto rielaborato da creazioni della maison che sono state scartate, messe da parte”. Aggiunse inoltre per il quotidiano La Repubblica: “Le nuove generazioni chiedono ecologia e rispetto per l’ambiente, non prodotti di moda, quindi, ma creazioni d’eccellenza“.

E’ proprio così che si potrebbe riassumere il significato della nascita di questo laboratorio, dove il riciclaggio diventa glamour, dove si cerca di abbracciare le novità e le richieste del mercato, senza però  trascendere dal percorso storico della maison, nata nel 1837 per volere di Thierry Hermès, che offriva accessori  per l’equitazione e diventata poi un atelier di fama mondiale ed emblema del lusso. “In fondo Hermès ha sempre saputo mixare creatività, fantasia, perfezione estrema”.

Copy rights:

Image 1: http://www.fubiz.net/2012/04/16/hermes-petit-h/hermes-petit-h/

Image 2: http://www.poisepolish.com/2013/07/hermes-petit-h-arrives-in-singapore.html

Image 3: http://www.mffashion.com/it/archivio/2017/03/15/hermes-sbarca-a-roma-con-il-progetto-petit-h

Image 4: https://it.pinterest.com/pin/366621225892893222/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...