Cartier Precious Garage: l’officina di Cartier al Fuorisalone 2017

È la Maison francese di alta gioielleria a realizzare una delle più belle e più riuscite sinergie tra realtà apparentemente non affini durante il Fuorisalone.

image5

Mi riferisco all’evento che Cartier ha organizzato durante la design week a Milano, trasformando il Garage Sanremo in un’officina rivestita d’oro. È proprio in questo spazio che, grazie alla collaborazione con Desi Santiago, si fondono l’ordinario e il prezioso.

Una vettura sospesa al centro da cui defluisce un liquido dorato che ricopre tutto il pavimento, mentre ai lati della sala, da una parte strumenti di lavoro da meccanico e dall’altra componenti di una vettura tutti pitturati d’oro: questo è lo scenario che accoglie gli invitati, i quali, camminando tra uomini che indossano tute da meccanico, possono ammirare in teche nere le nuove creazioni in edizione limitata della linea Juste un Clou ed Ecrou de Cartier.

cartier-fuorisalone-2017_oggetto_editoriale_800x600

Non solo quindi legami tra meccanica e gioielleria, ma anche tra artigianato e design, e ancora, tra moda, lusso e motori.

Ecco quindi che in una volta sola ritroviamo sia i codici che guidano le tendenze del momento, sia i codici che questi gioielli incarnano da quando sono nati, riproponendosi sempre con nuova efficacia.

Modernità, audacia, forza e imponenza: questi gli elementi che ci ricevono appena arriviamo. Tutti perfettamente in armonia tra di loro, e tutti perfettamente espressi in ogni singolo dettaglio, dove l’ordinario si trasforma in straordinario, in prezioso, trascendendo la quotidianità, e quindi il tempo.

image7

Così come i gioielli di Cartier fanno, rimanendo sempre uguali a se stessi, ma rinnovandosi sempre allo stesso tempo, risultando ogni volta attuali e al passo con i tempi, ma mantenendo un forte legame con la tradizione e l’heritage della Maison. È questa la straordinaria capacità che questi gioielli hanno.

image8

Pensiamo alle linee Juste un Clou ed Ecrou de Cartier: straordinarie rivisitazioni di semplici oggetti abituali, da una parte il chiodo, dall’altra il bullone, così come si presentavano pioniere negli anni Settanta quando sono state concepite, così rimangono ancora oggi, non a caso sempre e ancora grande oggetto di desiderio da parte di uomini e donne.

image4

 

Foto: Angelica Cesaris, https://www.instagram.com/cartier/.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...